Crea sito

L'occasione D'Oro

L'OCCASIONE D'ORO di ALAN BENNETT

2010 L’occasione d’oro! “questa è la mia occasione d’oro, il regista dice che mi farà diventare piuttosto famosa!” Lesley, (vero nome Iole) è in casa, sola,  circa una settimana dopo aver terminato le riprese del film più importante della sua vita d’attrice. Il regista le ha detto che diventerà “piuttosto famosa” e, dal momento che lei stessa si ritiene “una professionista”, è chiaro che qualcuno la chiamerà da un momento all’altro.
Ma il telefono non squilla. Probabilmente perché solo lei si ritiene una professionista, ma il mondo dello spettacolo no…anzi… Convinta delle sue doti artistiche e delle sue idee, è costretta ad affrontare il presente, fatto di una spaventosa solitudine e di miseria, colmato solo da speranze improbabili e illusioni che si auto-alimentano, rifugiandosi nel ricordo della bella esperienza vissuta, fino a riviverla parola per parola.

Elisa Manzaroli torna in scena più carica di prima! Commovente, sarcastica, esilarante rende questo personaggio vivo e sincero nella sua complicata semplicità.

Scritto alla fine degli anni ‘80 per la televisione, il monologo “L’occasione d’oro” è una testimonianza della bravura tragicomica di Alan Bennett, un autore che si è sempre dimostrato molto sensibile alla necessità che spesso abbiamo di costruirci una realtà parallela in cui sopravvivere. Molti dei suoi personaggi non riescono – perché non possono? perché non vogliono?- a vedere la realtà per quella che è, eppure è difficile biasimarli perché conservano una loro logica, una loro integrità, una specie di candore interno. Anche Lesley si chiude in questo circolo vizioso che finisce per essere la sua linfa vitale, al punto che non sembra possibile una via di fuga.

Abbiamo rivisitato il testo adattandolo in una realtà più vicina alla nostra. “L’occasione d’oro” in origine  si svolge in una periferia Inglese vicino Londra, noi l’abbiamo portata in una periferia Romagnola, di conseguenza qualche nome e qualche luogo sono cambiati, ma abbiamo mantenuto comunque una linea guida di narrazione.
L’azione si svolge alla fine degli anni 80’.