Crea sito

2003 “IL MONDO DI MR. PETERS”, di Artur Miller. Reg. Enrico Maria La Manna. Con Giorgio Albertazzi, Erica Blanc. Stefano Lescovelli,  ruolo Leonard. Produzione “Teatro Argentina” Roma.

ai visti crollare i propri ideali - sono comuni. Ma la regia di Enrico Maria Lamanna imbocca la strada opposta
Ne Il mondo di Mr. Peters di Arthur Miller, in scena adesso al Teatro Argentina, Albertazzi è invece, come ha già rilevato Franco Cordelli, delizioso, semplicemente delizioso. Il Mr.Peters di Arthur Miller, ottuagenario, è anche lui ottuagenario come Albertazzi. L’amore per la donna (concetto mozartiano, astratto, destinato a non incarnarsi mai in una donna) - i vuoti di memoria - lo smarrimento gentile di un’età in cui si sono ormai visti crollare i propri ideali - sono comuni. Albertazzi gioca naturalmente, senza sforzo, su questa ambiguità tra il personaggio e l’attore. Il risultato è straordinario - si finisce per dimorare anche noi in questo luogo rappresentato - in cui Albertazzi-Mr.Peters sa però abitare.
Si vorrebbe perciò vedere in scena, dopo la proiezione cinematografica del titolo, qualcosa in sintonia con questo gioco delle parti - foto di scena dello Sguardo dal ponte che Albertazzi interpretò per Visconti - o da L’anno scorso a Marienbad, che Albertazzi interpretò per Resnais.
Al contrario, il regista Enrico Maria Lamanna imbocca la strada opposta a quella scelta dall’attore Albertazzi. Altro che mescolanza del testo alla sensibilità, al vissuto, alla quotidianità dei suoi interpreti! La scelta è quella della retorica, della conformità delle maschere all’immobilità del mito.